Firma elettronica: apertura alle persone giuridiche

Dal 1° gennaio 2017, il campo d’applicazione della firma elettronica è più vasto e quest’ultima non si limita più a sostituire la firma autografa. Le basi legali permettono oramai alle persone giuridiche quali imprese o amministrazioni di utilizzare certificati digitali rilasciati dai prestatori riconosciuti.

Jean-Maurice Geiser e Christian Jenni, Servizi di telecomunicazione e posta

Le nuove disposizioni che regolamentano la firma elettronica sono entrate in vigore il 1° gennaio 2017. Fino a questa data la firma elettronica qualificata era riservata alle persone fisiche: ora l’introduzione del sigillo elettronico regolamentato permette anche alle persone giuridiche e alle autorità di garantire la provenienza e l’integrità dei loro documenti digitali. Le imprese possono ricorrere a questo mezzo, ad esempio per firmare le loro fatture elettroniche e dimostrarne l’autenticità all’amministrazione dell’IVA. Inoltre, se la legge o un’ordinanza lo prevedono, le autorità possono servirsi della firma elettronica regolamentata per autenticare le loro decisioni amministrative o i testi pubblicati in Internet, si pensi a quelli della Raccolta ufficiale delle leggi federali (RU) e del Foglio federale (FF), firmati dalla Cancelleria federale, o del Foglio ufficiale svizzero di commercio (FUSC), autenticati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

(continua – fonte)


Politica dei dati della Confederazione

Berna, 22.03.2017 – La Svizzera deve disporre di basi legali coerenti concernenti i dati e il loro uso, e distinguersi come polo attrattivo per la creazione di valore attraverso di essi. Nella sua seduta del 22 marzo 2017, il Consiglio federale ha pertanto definito gli obiettivi prioritari e incaricato l’Amministrazione federale di elaborare i primi parametri per una politica dei dati. Inoltre, constata che i dati costituiscono la materia prima dell’economia e della società digitali. Andranno dunque messe a disposizione banche dati adeguate ai fini di una riutilizzazione. Lo sviluppo di una politica dei dati è parte integrante della Strategia “Svizzera digitale” adottata dal Consiglio federale ad aprile 2016.

(continua)


Il Consiglio federale fa il punto sui programmi Open Source nell’Amministrazione federale

Berna, 22.03.2017 – Nella sua seduta del 22 marzo 2017, il Consiglio federale ha adottato due rapporti concernenti i programmi Open Source nell’Amministrazione federale. In adempimento del postulato 14.3532 depositato dalla consigliera nazionale Edith Graf-Litscher e del postulato 14.4275 depositato dal consigliere nazionale Balthasar Glättli, il Consiglio federale ha analizzato la strategia Open Source nonché esaminato la necessità di adeguare la legge federale sulle finanze della Confederazione.

(continua)


AFS – On-line tutto il diritto federale dal 1948

Berna, 23.02.2017 – L’Archivio federale svizzero ha messo on-line nelle tre lingue ufficiali la Collezione sistematica e la Raccolta ufficiale degli atti normativi federali emanati dal 1948 al 1998. Fonti giuridiche e storiche di basilare importanza, le due raccolte offrono un quadro completo dello sviluppo del diritto federale dal 1948.

Nella Raccolta ufficiale (RU) sono pubblicati gli atti normativi del diritto federale messi in vigore, ossia la Costituzione, le leggi, i decreti, le ordinanze, i trattati internazionali e le convenzioni tra Confederazione e Cantoni. Pubblicata settimanalmente, la RU comprende, per gli anni dal 1948 al 1998, 2620 numeri e oltre 22 000 atti. Le edizioni dal 1998 sono pubblicate sul sito della Cancelleria federale.

(Fonte – Continua)


CF – Identità elettronica: il Consiglio federale intende creare le necessarie condizioni quadro

Berna, 22.02.2017 – Le transazioni commerciali sono sempre più sovente effettuate nel mondo digitale. Affinché possano essere svolte in rete anche transazioni più complesse, i partner commerciali devono poter fare affidamento sull’identità della controparte. Il Consiglio federale intende dunque creare le condizioni quadro giuridiche e organizzative per il riconoscimento dei mezzi d’identificazione elettronica e dei loro fornitori. Durante la seduta del 22 febbraio 2017 ha indetto la consultazione concernente la legge federale sui mezzi d’identificazione elettronica riconosciuti (Legge eID). La consultazione durerà fino al 29 maggio 2017.

(fonte – continua)


ODIC – e-banking: gli hacker prendono di mira i metodi di autenticazione per dispositivi mobili

Nelle scorse settimane MELANI ha ricevuto diverse segnalazioni di casi in cui degli hacker hanno indotto le vittime a convalidare pagamenti fraudolenti via e-banking adottando tecniche di ingegneria sociale.

Da tempo la maggior parte delle banche offre metodi di autenticazione su dispositivi mobili per accedere all’e-banking e convalidare (autorizzare) pagamenti. Tra questi metodi rientra anche la procedura mobileTAN (mTAN), secondo cui la banca invia al cliente un codice di conferma tramite SMS. Ormai da alcuni anni i criminali tentano di intercettare con un malware i codici di conferma (mTAN) inviati tramite SMS sugli smartphone dei clienti per commettere poi una frode di e-banking.

CF – Nuove possibilità per la firma elettronica

CF – Nuove possibilità per la firma elettronica
Berna, 23.11.2016 – A partire dal 2017 le imprese e le autorità potranno autenticare i propri documenti digitali. La revisione completa dell’ordinanza sulla firma elettronica, approvata dal Consiglio federale in occasione della seduta del 23 novembre 2016, ne ha stabilito le modalità. La revisione tiene conto dei recenti sviluppi nel settore dei servizi finanziari che consentono alle banche d’identificare i propri clienti senza che questi siano presenti di persona.  (continua)

Il Consiglio federale


Italia: Bullismo e cyberbullismo, primo sì alla legge. Le novità in 6 punti

Roma, 20 set. (askanews) –
La Camera ha approvato la proposta di legge che prevede un complesso di misure per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cosiddetto cyberbullismo. Il testo torna per l’ultima lettura al Senato.

Questi, in 6 punti, i contenuti principali del testo.

IDENTIKIT DEL BULLO – Entra per la prima volta nell’ordinamento una puntuale definizione legislativa di bullismo e cyberbullismo. Bullismo è l’aggressione o la molestia ripetuta a danno di una vittima in grado di provocarle ansia, isolarla o emarginarla attraverso vessazioni, pressioni, violenze fisiche o psicologiche, minacce o ricatti, furti o danneggiamenti, offese o derisioni. Se tali atti si realizzano con strumenti informatici si ha il cyber bullismo, il bullismo telematico e informatico.

OSCURAMENTO DEL WEB – Chi è vittima di cyberbullismo (o anche il genitore del minorenne) può chiedere al titolare del trattamento, al gestore del sito internet o del social media di oscurare, rimuovere o bloccare i contenuti diffusi in rete. Se non si provvede entro 48 ore, l’interessato può rivolgersi al Garante della Privacy che interviene direttamente entro le successive 48 ore. L’oscuramento può essere (continua – fonte)


Uniformazione degli atti pubblici in forma elettronica

Berna, 07.09.2016 – Il Consiglio federale intende accelerare il processo di digitalizzazione degli atti pubblici e delle certificazioni nonché migliorare la certezza del diritto dei documenti elettronici. Pertanto mercoledì ha avviato la consultazione, che si concluderà il 7 dicembre 2016, della revisione totale dell’ordinanza sulla realizzazione di atti pubblici in forma elettronica e di certificazioni elettroniche. L’entrata in vigore delle nuove disposizioni è prevista per il 1° gennaio 2018.

Il Consiglio federale

leggi tutto


Attenzione alle fatture fittizie di software da ufficio

Attenzione alle fatture fittizie di software da ufficio

La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) riceve sempre più spesso segnalazioni di presunte fatture relative a ordinazioni di pacchetti di software. Vengono inviate per posta a imprese e istituzioni in Svizzera che in realtà non hanno richiesto il software in questione.Le fatture, con intestazione «Office World» e rinvio al sito www.officeworldonline.com, sono spedite da una ditta che ha apparentemente sede in Montenegro. Un secondo tipo di fattura reca la denominazione «Office Max» con presunta sede a Barcellona   (continua)

Federazione di calcio tedesca DFB: avviato un procedimento penale

Giustizia Sportiva

Federazione di calcio tedesca DFB: avviato un procedimento penale

Berna, 01.09.2016 – Il Ministero pubblico della Confederazione ha avviato un procedimento penale in relazione alla federazione di calcio Deutscher Fussball-Bund (DFB). Gli imputati erano al vertice del Comitato organizzatore della Coppa del mondo di calcio 2006 in Germania.

Ministero pubblico della Confederazione

leggi tutto


Cibercriminalità: prima accusa per «phishing» internazionale

MPC – Cibercriminalità: prima accusa per «phishing» internazionale
Berna, 23.08.2016 – Il Ministero pubblico della Confederazione ha depositato l’atto di accusa con rito abbreviato nei confronti di tre presunti membri di un’associazione che ha fatto mestiere dell’abuso di dati di carte di credito. È la prima volta che in Svizzera si promuove l’accusa in un procedimento di «phishing» internazionale.

Ministero pubblico della Confederazione

Leggi tutto


CF – Adeguare alla digitalizzazione il servizio pubblico nell’ambito dei media

CF – Adeguare alla digitalizzazione il servizio pubblico nell’ambito dei media
Berna, 17.06.2016 – Anche nell’era di Internet e della digitalizzazione, la Svizzera deve poter contare su un servizio pubblico nell’ambito dei media indipendente e ampio. Per poter soddisfare quest’esigenza, le condizioni quadro per le emittenti radiotelevisive concessionarie devono essere adeguate a livello nazionale e regionale. Nel suo rapporto pubblicato oggi, il Consiglio federale giunge alla conclusione che il modello attuale, con la SSR quale grande fornitore presente in tutte le regioni linguistiche, si è rivelato efficace per la nostra democrazia diretta caratterizzata dalla diversità linguistica e culturale, garantendo un servizio pubblico di qualità. Questo modello è il più idoneo anche per il futuro. Le esigenze poste alla SSR dovranno tuttavia essere rafforzate mantenendone il budget invariato. La SSR è inoltre chiamata a raggiungere meglio i giovani che sono maggiormente orientati a Internet.

(Continua)
Il Consiglio federale


Avviso MELANI: Numerosi documenti Office maligni in circolazione

Numerosi documenti Office maligni in circolazione

08.07.2016 – Nelle scorse settimane la Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione MELANI ha ricevuto numerosi annunci inerenti documenti di Microsoft Office nocivi, diffusi via e-mail con l’obiettivo di infettare il computer delle vittime con software maligni (malware). Per questo motivo MELANI ha deciso di mettere esplicitamente in guardia dall’apertura di simili documenti Office, consiglia agli utenti di internet una particolare cautela nei confronti di questo genere di documenti e di non eseguire alcun macro Office.

continua


Software offline per i pagamenti nel mirino degli hacker – imprese svizzere colpite

ODIC – Software offline per i pagamenti nel mirino degli hacker – imprese svizzere colpite
Berna, 25.07.2016 – Negli ultimi giorni MELANI ha osservato vari attacchi a software offline per i pagamenti ad opera del malware Dridex. Di solito questi programmi sono usati dalle imprese per effettuare in Internet un grande numero di pagamenti a una o più banche. Se i computer dotati di tali software vengono infettati, i danni potenziali che ne derivano sono dunque gravi. MELANI raccomanda pertanto alle imprese di adottare con urgenza tutti i provvedimenti necessari a proteggere i computer utilizzati da questo genere di frode.  (continua)

Organo direzione informatica della Confederazione


CF – Adesione all’agenzia IT europea

CF – Adesione all’agenzia IT europea
Berna, 06.07.2016 – La Svizzera intende aderire all’agenzia europea per la gestione delle banche dati Schengen/Dublino. Quest’agenzia IT permette di sfruttare sinergie nell’impiego di personale e di know-how, riducendo così i costi e aumentando nel contempo l’affidabilità. Mercoledì il Consiglio federale ha adottato il messaggio supplementare all’attenzione del Parlamento.

Il Consiglio federale

continua


AFS – Attivato il nuovo portale svizzero OGD

AFS – Attivato il nuovo portale svizzero OGD
Berna, 02.02.2016 – È stato attivato oggi opendata.swiss, il nuovo portale svizzero dei dati aperti dell’amministrazione pubblica (open government data, OGD) che sostituisce il portale pilota opendata.admin.ch. Su questa piattaforma centralizzata, Confederazione, Cantoni, Comuni e altre organizzazioni mettono a disposizione del pubblico i loro dati liberamente accessibili. Misura prevista nella strategia OGD Svizzera 2014-2018, il portale è gestito dall’Archivio federale.

Archivio federale svizzero


ODIC – Confederazione, Cantoni e Comuni e Governo elettronico

ODIC – Confederazione, Cantoni e Comuni avviano la collaborazione nell’ambito del Governo elettronico 2016 – 2019

Berna, 21.12.2015 – In occasione dell’assemblea plenaria del 18 dicembre 2015 la Conferenza dei Governi cantonali ha approvato la Strategia di e-government Svizzera ulteriormente elaborata e la versione riveduta della Convenzione quadro di diritto pubblico concernente la collaborazione nell’ambito del Governo elettronico 2016 − 2019. In tal modo, con l’approvazione da parte di tutti e tre i livelli statali, dal 2016 potrà essere rinnovata la collaborazione nell’ambito del Governo elettronico.

Organo direzione informatica della Confederazione


UFCOM – Contributo della Svizzera per un mondo digitale più giusto

UFCOM – Contributo della Svizzera per un mondo digitale più giusto

Biel/Bienne, 16.12.2015 – La Svizzera si impegna per l’eliminazione del divario digitale, non soltanto tra i diversi Paesi ma anche tra i sessi. Queste le parole di Philipp Metzger, direttore dell’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) e capo della delegazione svizzera in occasione dell’incontro di alto livello dell’Assemblea generale dell’ONU conclusosi oggi a New York. Obiettivo di questo evento era quello di discutere i passi successivi per l’attuazione dei risultati del Vertice mondiale sulla società dell’informazione. La Ginevra internazionale continuerà a giocare un ruolo importante nell’ambito di questi processi.

Ufficio federale delle comunicazioni


DFF – Governo elettronico: estesa l’offerta di prestazioni elettroniche fornite dalle autorità

DFF – Governo elettronico in Svizzera 2008–2015: estesa l’offerta di prestazioni elettroniche fornite dalle autorità

Berna, 14.12.2015 – In occasione della sua seduta dell’11 dicembre 2015 il Comitato direttivo del Governo elettronico in Svizzera ha chiuso l’omonimo programma nella sua versione attuale. Dal 2016 la Confederazione, i Cantoni e i Comuni porteranno avanti il Governo elettronico nel quadro delle relative Linee guida. I membri hanno preso conoscenza dell’organizzazione del Comitato direttivo e del Comitato di pianificazione, che dal 2016 si presenteranno in una nuova composizione.

Dipartimento federale delle finanze


Tavola rotonda “Diritto d’Autore e Immagine”

logo12122015miniCominciamo con il ringraziare sentitamente sia tutti i sostenitori sia tutti coloro che in molte forme hanno contribuito e sostenuto l’evento, perfettamente riuscito.

Ringraziamo anche sentitamente gli ospiti che hanno fornito ai partecipanti non solo elementi di carattere tecnico riguardo al tema trattato, ma anche momenti intensi di racconto emozionante come, ad esempio, l’esclusivissimo ritratto del proprio padre (Leo Matiz) regalatoci da Alejandra Matiz.

Ringraziamo anche tutti i partecipanti che, come immaginavamo, rappresentavano molte categorie professionali e tutti altamente qualificati.

Un evento che ha già prodotto reazioni positive e proposte di riedizione che stiamo attentamente valutando.

Ci permettiamo di mostrare alcuni scatti prodotti dal nostro Fotografo di Sala, Edoardo (9 anni) che ringraziamo per l’impegno profuso.

 

 

 

 

 

dia12122015


CF – Responsabilità civile dei provider

CF – Non è necessario intervenire in materia di responsabilità civile dei provider
Berna, 11.12.2015 – Il diritto civile svizzero non contiene una normativa specifica sulla responsabilità civile dei provider Internet. Un rapporto adottato venerdì dal Consiglio federale stabilisce ora che il vigente quadro normativo è sufficiente. Pertanto il Governo non ritiene attualmente opportuno adottare norme legali generali in materia.

Il Consiglio federale



Strategia TIC della Confederazione 2016–2019

CF – Strategia TIC della Confederazione 2016–2019
Berna, 04.12.2015 – In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato la strategia TIC della Confederazione 2016–2019 nella quale vi ha fissato le direttive strategiche e gli obiettivi per l’impiego delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) nell’Amministrazione federale per i prossimi quattro anni.

Il Consiglio federale


“Storie di Internet”: per una maggiore sicurezza sul web

UFCOM – “Storie di Internet”: per una maggiore sicurezza sul web
Biel/Bienne, 24.11.2015 – In collaborazione con altri partner della Confederazione e dei Cantoni nonché con Pro Juventute Svizzera, l’Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM ha pubblicato l’opuscolo “Storie di Internet”. Le 15 storie a fumetti, che raccontano le avventure in Internet di una famiglia, mirano a sensibilizzare la popolazione sull’utilizzo responsabile e consapevole delle tecnologie d’informazione e di comunicazione (TIC).

Ufficio federale delle comunicazioni


UFCOM – Il nuovo nome di dominio .swiss: 9’738 domande

UFCOM – Il nuovo nome di dominio .swiss: 9’738 domande
Biel/Bienne, 19.11.2015 – Il primo periodo di registrazione dei nuovi indirizzi Internet .swiss si è concluso il 9 novembre 2015. Sono state presentate 9’738 domande. Da oggi la lista delle candidature valide è disponibile sul sito nic.swiss. Gli interessati hanno 20 giorni per presentare una candidatura concorrente o formulare osservazioni. L’Ufficio federale delle comunicazioni UFCOM attribuirà gli indirizzi che non sono stati contestati al termine di questo periodo e valuterà le contestazioni. L’apertura generale avverrà l’11 gennaio 2016, da questo momento si potranno presentare nuove domande per i nomi di dominio .swiss.

Ufficio federale delle comunicazioni


21o. rapporto MELANI «sicurezza dei siti Web»

ODIC – Il 21o rapporto semestrale MELANI è incentrato sul tema principale della «sicurezza dei siti Web»
Berna, 29.10.2015 – Il 21o rapporto semestrale MELANI è incentrato, tra l’altro, sugli attacchi di spionaggio che hanno colpito anche la Svizzera, sugli attacchi di phishing tuttora presenti e sul tema principale della «sicurezza dei siti Web». Quest’ultima tematica è una delle numerose novità del rapporto semestrale.

Organo direzione informatica della Confederazione



Avviata la collaborazione con l’Associazione ARSSUP

Annunciamo con piacere l’avvio della collaborazione e che verranno quindi allestiti ulteriori eventi e corsi di Alta Formazione e di Formazione Continua per i capitoli:

– Diritto Informatico
– Proprietà Intellettuale
– Contenzioso Europeo
– Diritto Sportivo
– Mediazione ADR e Arbitrato

I corsi sono in fase di accreditamento presso il Consiglio Nazionale Forense di Roma.
I corsi, riservati a professionisti, saranno disponibili sia in italiano sia in inglese.

Ci si avvale inoltre dell’attiva collaborazione degli istituti InMediar e InConf, Roma.

logo arssup


FEDPOL – Nuova piattaforma di comunicazione per la lotta alla corruzione

FEDPOL – Nuova piattaforma di comunicazione per la lotta alla corruzione
Berna, 15.09.2015 – Le autorità svizzere preposte al perseguimento penale dispongono ora di un nuovo strumento di lotta alla corruzione. La piattaforma, accessibile tramite il sito www.lottaallacorruzione.ch, consente a chiunque disponga di informazioni su possibili atti di corruzione di fare una segnalazione alla polizia mantenendo l’anonimato. Le autorità di perseguimento penale auspicano che le segnalazioni effettuate tramite la piattaforma possano fornire nuovi spunti investigativi nell’ambito della lotta alla corruzione nazionale e internazionale. Su incarico del Ministero pubblico della Confederazione (MPC), oggi l’Ufficio federale di polizia (fedpol) mette in funzione la nuova piattaforma di comunicazione.

Ufficio federale di polizia


CF – Rapporto del Consiglio federale in adempimento del postulato 14.3672 “Dimostrazioni e grandi eventi…

CF – Rapporto del Consiglio federale in adempimento del postulato 14.3672 “Dimostrazioni e grandi eventi. Comunicazione di indirizzi Internet” della Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati del 1° settembre 2014
Berna, 11.09.2015 – Il Consiglio federale è stato incaricato dalla Commissione della politica di sicurezza del Consiglio degli Stati di verificare le basi legali al fine di eliminare l’anonimato degli organizzatori che lanciano appelli su Internet a partecipare a grandi manifestazioni e dimostrazioni non autorizzate. Nel rapporto, approvato nella giornata odierna, il Consiglio federale illustra le pertinenti basi legali ed evidenzia che la responsabilità di emanare simili regolamenti in materia di polizia compete innanzitutto ai Cantoni.

Il Consiglio federale


ODIC – Forte incremento dell’utilizzo delle offerte di Governo elettronico in Svizzera

ODIC – Forte incremento dell’utilizzo delle offerte di Governo elettronico in Svizzera
Berna, 31.08.2015 – Lo studio e-Government Monitor 2015 recentemente pubblicato rileva un aumento costante dell’utilizzo dell’offerta di Governo elettronico in Svizzera. Rispetto ad altri Paesi le persone intervistate in Svizzera sembrano essere molto soddisfatte delle prestazioni elettroniche attualmente fornite dalle autorità. Secondo questo studio molte offerte di servizi online fornite dalle autorità sono tuttavia ancora sconosciute. Per quanto riguarda la notorietà e l’utilizzo delle offerte di open government la Svizzera svolge un ruolo leader.

Organo direzione informatica della Confederazione


DFF – Istituito il gruppo di esperti per il futuro del trattamento e della sicurezza dei dati

Fonte:  www.admin.ch/news.

DFF – Istituito il gruppo di esperti per il futuro del trattamento e della sicurezza dei dati
Berna, 27.08.2015 – La consigliera federale Eveline Widmer-Schlumpf ha istituito il gruppo di esperti per il futuro del trattamento e della sicurezza dei dati. L’organo è presieduto dall’ex consigliera nazionale Brigitta M. Gadient e inizierà la sua attività nelle prossime settimane.

Dipartimento federale delle finanze

 


ODIC – Portale di segnalazione contro il phishing

ODIC – Portale di segnalazione contro il phishing
Berna, 29.07.2015 – Nel corso degli ultimi anni è notevolmente aumentato il numero di richieste relative al phishing che sono state elaborate dalla Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione MELANI. Nella maggioranza dei casi sono state segnalate e-mail e pagine web create a scopo di phishing che prendono di mira clienti di istituti finanziari in Svizzera, ma anche piattaforme Internet di fama internazionale (come ad es. social network, servizi e-mail o fornitori di servizi di pagamento online). Per poter elaborare in maniera più efficiente le numerose segnalazioni di phishing in entrata, la Centrale d’annuncio e d’analisi per la sicurezza dell’informazione MELANI ha attivato un sito Internet sul quale è possibile segnalare pagine sospette di phishing.

Organo direzione informatica della Confederazione


Newsletter UFCOM

UFCOM – Infomailing N. 39
Biel/Bienne, 07.08.2015 – L’UFCOM Infomailing si occupa dei temi centrali dell’Ufficio federale delle comunicazioni: il settore delle telecomunicazioni e quello dei media e della posta. Gli articoli pubblicati forniscono informazioni sul mercato delle telecomunicazioni e dei media elettronici, sull’evoluzione delle tecnologie e sulle questioni legali. Inoltre l’UFCOM infomailing tratta temi relativi alla posta, alle frequenze, agli impianti di telecomunicazione, alla società dell’informazione e alle attività dell’Ufficio a livello internazionale


Giustizia Sportiva – Ufficio federale di giustizia

fonte:  www.admin.ch/news.

UFG – Funzionario della FIFA acconsente all’estradizione negli Stati Uniti
Berna, 10.07.2015 – Ieri pomeriggio, uno dei sette funzionari della FIFA incarcerati ha acconsentito alla sua estradizione negli Stati Uniti. L’Ufficio federale di giustizia (UFG) ha perciò potuto autorizzare senza indugio l’estradizione con procedura semplificata. Come di consueto, per ragioni di sicurezza e di tutela della personalità non si forniscono indicazioni sul momento della consegna. Su richiesta del funzionario, per ora il suo nome non viene reso noto.

Ufficio federale di giustizia

 


Avviso FedPol

fonte: www.admin.ch/news.

FEDPOL – Attenzione al malware: invio di e-mail a nome di fedpol
Berna, 10.07.2015 – Da qualche giorno, ignoti cibercriminali inviano degli e-mail a nome dell’Ufficio federale di polizia. Una prima ondata è stata registrata settimana scorsa, una seconda la settimana odierna. Delle nuove ondate durante l’estate non sono da escludere. fedpol raccomanda di non cliccare mai sui link contenuti nell’e-mail, di cancellarlo e segnalare il caso tramite il modulo di contatto del sito Internet di fedpol.

Ufficio federale di polizia

 


Diritto.it segnala il nostro Convegno

logo diritto.it

“Convegno internazionale dedicato al cyberbullismo a Lugano il prossimo 3 luglio.
Presente il noto psicoterapeuta Alessandro Meluzzi. Si affronteranno le questioni giuridiche, sociologiche e antropologiche del grave fenomeno. Venerdì 3 luglio, a partire dalle 15,00, a Lugano, presso il Palazzo dei Congressi, si terrà un importante convegno internazionale dedicato al cd. «cyberbullismo», dal titolo «Gioventù (virtualmente) bruciata». L’evento, accreditato dal Consiglio Nazionale Forense, è organizzato da ADISI (Associazione di Diritto Informatico della Svizzera Italiana), con il patrocinio di vari enti e istituzioni, tra cui la Città di Lugano, l’Associazione di Ricerca scientifica e Studi Universitari Privati e GastroTicino.  Nel corso della giornata, alcuni studiosi tratteranno le questioni più rilevanti legate allo sviluppo di fenomeni violenti in rete, analizzandone gli aspetti giuridici e quelli antropologici. Verrà posta l’attenzione su alcune delle situazioni più drammatiche e diffuse che riguardano, in particolare, i giovanissimi, esaminando anche l’emergenza delle baby escort e lo sviluppo dello stalking, favoriti grazie all’affermazione dei nuovi mezzi di comunicazione e, in particolare, dei social network.

Alessandro Meluzzi

Alessandro Meluzzi – fonte www.diritto.it

Aprirà i lavori Giovanni Rengucci, presidente di ADISI e consulente informatico, che nella propria attività ha affrontato le questioni relative al dilagante fenomeno degli illeciti in rete. Ad Alessandro Meluzzi, volto noto televisivo e psicoterapeuta di fama internazionale, spetterà il compito di analizzare il tema legato al ruolo delle dinamiche familiari nel cyberbullismo. Il prof. Meluzzi, grazie alla grande esperienza maturata sul campo, affronterà la natura del «bullo», soggetto violento, che spesso dietro il proprio atteggiamento, nasconde una grande fragilità. Infatti, nei suoi recenti studi, Alessandro Meluzzi ha evidenziato che il «bullo» cerca l’affermazione attraverso l’uso della forza, pensando di compensare in questo modo sentimenti di inferiorità nei confronti degli altri e utilizzando la rete Internet per trasformare le proprie prodezze in spettacoli in grado di raggiungere un pubblico molto ampio. Andrea Sirotti Gaudenzi, avvocato e docente universitario, che da anni si dedica allo studio del «diritto della rete», prenderà in considerazione i princìpi giuridici applicabili ai comportamenti posti in essere dai bulli, affrontando anche le questioni relative agli illeciti commessi in rete e, in particolare, all’interno del social network. L’avv. Sirotti Gaudenzi, nel delineare le forme di responsabilità configurabili, si concentrerà peraltro sulle tematiche relative al possibile un equilibrio tra libertà e sicurezza. Chiuderà l’incontro l’intervento di Giorgio Anastasi, analista di criminalità informatica, che parlerà di strumenti di prevenzione del crimine on line. L’evento, patrocinato anche dalla Casa editrice Maggioli, è a partecipazione gratuita e consente l’acquisizione di due crediti formativi agli avvocati italiani che vi parteciperanno”


CF – Nuove procedure di sicurezza TIC per la protezione contro lo spionaggio da parte dei servizi di informazione

CF – Nuove procedure di sicurezza TIC per la protezione contro lo spionaggio da parte dei servizi di informazione
Berna, 01.07.2015 – In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha approvato la revisione delle istruzioni sulla sicurezza TIC nell’Amministrazione federale. D’ora in poi negli di acquisti dell’Amministrazione federale sarà applicato un processo di verifica per ridurre il rischio di spionaggio legato alla possibile strumentalizzazione dei fornitori di infrastrutture TIC da parte di servizi di informazione. Le nuove istruzioni entreranno in vigore il 1° gennaio 2016.
Il Consiglio federale


Consiglio federale – La Confederazione intende introdurre la prossima generazione di sistemi di postazioni di lavoro entro il 2020

CF – La Confederazione intende introdurre la prossima generazione di sistemi di postazioni di lavoro entro il 2020
Berna, 01.07.2015 – In occasione della sua seduta odierna il Consiglio federale ha deciso di introdurre nell’Amministrazione federale una nuova generazione di sistemi di postazioni di lavoro. Ha pertanto adottato il relativo messaggio con un credito di impegno di 70,13 milioni di franchi e incaricato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) dell’attuazione coordinata del programma nazionale APS2020 quale progetto chiave nell’ambito delle TIC.
Il Consiglio federale


Newsletter UFCOM

Protezione dei consumatori nel settore delle telecomunicazioni: documentazione sull’incontro di approfondimento (18.06.2015)

Dal 1° luglio 2015 la protezione dei consumatori nel settore delle telecomunicazioni fa un salto di qualità: aumenta infatti la trasparenza dei servizi a valore aggiunto utilizzati tramite telefono e Internet. D’ora in poi non potranno più essere fatturati prezzi che non sono stati previamente annunciati. Questi e altri temi d’interesse per i consumatori sono stati oggi al centro di un incontro di approfondimento condotto congiuntamente dall’Ufficio federale delle comunicazioni (UFCOM) e dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Il Convegno Pubblico che è Alta Formazione

Siamo davvero onorati della qualità dei Patrocini che l’evento ha ottenuto:

ARSSUP (Grono); Città di Lugano; GastroTicino; Istituto Nazionale per la Formazione Continua (I); Laltrapagina.it; Maggioli editoreCivile.it; IusSeek e WorldLawBook.

Sono in attesa di conferma i Patrocini dei Dipartimenti Cantonali DSS e DECS e dell’Ordine degli Avvocati del Cantone Ticino.

Altrettanto importanti sono i n. 2 crediti formativi concessi dall’accreditamento del Consiglio Nazionale Forense di Roma, validi ai fini della Formazione Continua per gli Avvocati italiani.

Ringraziamo sentitamente già da ora sia coloro che stanno offrendo il proprio supporto per la riuscita del convegno, sia i già molti Studi Legali e il pubblico che si sono iscritti. Grazie!

Vedi pagina eventobimbotriste


Convegno pubblico “Gioventù (virtualmente) bruciata”

bimbotristeGioventù (virtualmente) bruciata

Il ruolo delle istituzioni e della famiglia nell’uso della rete. E ‘comunque possibile un equilibrio tra libertà e sicurezza?

3 lug 2015 – Palazzo dei Congressi, Lugano
ore 15.00 – Entrata Libera – Si richiede la riservazione

Il convegno è stato accreditato dal Consiglio Nazionale Forense per la formazione degli avvocati italiani. L’evento prevede l’assegnazione di n. 2 crediti.

Relatori:

Pres. Giovanni Rengucci
Presidente e fondatore di ADISI, Informatico e Consulente di comunicazione
«Ragazzi, genitori e Scuola: le regole del gioco».
Dott. Prof. Alessandro Meluzzi
Medico chirurgo specialista in psichiatria, psicologo, psicoterapeuta e criminologo. Autore di numerose pubblicazioni.
«Età evolutiva, dinamiche familiari e cyberbullismo».
Avv. Prof. Andrea Sirotti Gaudenzi
Avvocato e docente universitario. Direttore di trattati giuridici. Esperto di diritto delle nuove tecnologie. «Social network e applicazione del diritto alla rete».
Giorgio Anastasi – SCOCI Polizia Federale, MLaw, analista della cibercriminalità SCOCI Polizia Federale, Servizio di Indagine per i crimini informatici: «La prevenzione del crimine in rete»

Con il Patrocinio di: ARSSUP (Grono); Città di Lugano; GastroTicino; Istituto Nazionale per la Formazione Continua (I); Laltrapagina.it; Maggioli editore; civile.it; IusSeek e WorldLawBook

E con il sostegno di: Eventmore SA, Castione e Studio Comunic-Azione SAGL, Pura

L’evento è promosso da Radio Fiume Ticino e Radio 3i.

Continua e fai la Riservazione


I Blog di ADISI

Ora siamo a quota 3. Dal 2002 a oggi abbiamo usato Blogger.com prima e Livejournal.com poi come piattaforme per i nostri Blog.

Ora, come vedete, lo abbiamo integrato nella nostra piattaforma in questa sezione.

Non travaseremo però i vecchi post, lasciandoli quindi accessibili all’indirizzo esterno http://adisi.livejournal.com/ .

Buona lettura & stay in touch!

La redazione