Come difendersi dai ransomware

Consiglio pratico

Come difendersi dai ransomware

Il settore del ricatto digitale sta facendo affari d’oro. La diffusione dei ransomware (“software con pagamento di riscatto”), noti anche come trojan crittografici, avanza senza sosta. Questo tipo di malware cifra i file presenti nel computer, rendendoli così inutilizzabili. Ransomware come “Locky” o, in precedenza, “TeslaCrypt” attaccano tutti i dispositivi di archiviazione dati collegati al computer e accessibili, ovvero anche dischi rigidi esterni, server o memorie online. Dopo il pagamento di un “riscatto” sotto forma di Bitcoin anonimi, gli utenti colpiti ricevono, ma non sempre, un codice con cui decriptare i file. La soluzione migliore consiste nell’impiegare una protezione preventiva, in grado di impedire o ridurre al minimo la perdita di dati in caso di un eventuale attacco.

(fonte: PMI – Rivista Swisscom)

(Continua)